Nightwish - Amaranth; confronto di traduzione

L) I Nightwish sono uno di quei gruppi la cui fama li fa oscillare tra il non venire tradotti e il non venire tradotti da chiunque passi - la posizione ideale per un gruppo, se vuole avere una localizzazione decente in giro per il mondo. Purtroppo per loro, però, i loro testi sono di difficoltà molto altalenante, cosa che può spingere un traduttore ad iniziare il lavoro di un album trovandosi prima davanti a dei testi facili per poi capitare di fronte al mattone indecifrabile che lo lascia letteralmente spiazzato. Cosa fare? Di solito vince la linea del "tanto era ermetico in inglese, lo sarà anche in italiano". Sbagliato. Le conseguenze? Testi come questo, che pur non essendo imbarazzanti fanno sinceramente una brutta figura davanti ad una traduzione di livello più adeguato (lo so, la modestia è la mia virtù migliore. In realtà è colpa vostra, non ci fate abbastanza complimenti e mi ritrovo costretto a farmeli da solo). Deliri a parte, apriamo le danze. Notare l'effetto fantastico che fa una pagina dove gli apostrofi e le lettere accentate sono letti come punti interrogativi - e non sto parlando di questa.

Amaranth - Amaranto

Baptised with a perfect name
The doubting one by heart [1]
Alone without himself

War between him and the day
Need someone to blame
In the end, little he can do alone

You believe but what you see
You receive but what you give

Caress the one, the never fading rain in your heart [2]
The tears of snow white sorrow [2]
Caress the one, the hiding amaranth in a land [2]
Of the daybreak [2]

Apart from the wandering pack
In this brief flight of time [3]
We reach for the ones who ever dare [4]

You believe but what you see
You receive but what you give

Caress the one, the never fading rain in your heart
The tears of snow white sorrow
Caress the one, the hiding amaranth in a land
Of the daybreak

Caress the one, the never fading rain in your heart
The tears of snow white sorrow
Caress the one, the hiding amaranth in a land
Of the daybreak

Reaching, searching for something untouched [5]
Hearing voices of the never fading calling
(Calling)
(Calling)

Caress the one, the never fading rain in your heart
The tears of snow white sorrow
Caress the one, the hiding amaranth in a land
Of the daybreak

Caress the one, the Never-Fading rain in your heart
(Rain)
The tears of snow white sorrow
(Rain)
Caress the one, the hiding amaranth in a land
Of the daybreak
(Daybreak)


Battezzato con un nome perfetto
Colui che dubita del cuore 
[1]
Solo senza se stesso

Guerra tra lui e il giorno
C?? bisogno di qualcuno da incolpare
Alla fine, pu? fare poco da solo

Tu credi solo a ci? che vedi
Tu ricevi solo ci? che dai

La carezza l?unica, non svanisce mai 
[2]
La pioggia nel tuo cuore ? le lacrime del dolore di Bianca Neve 
[2]
La carezza l?unica, l?amaranto nascosto 
[2]
Nella terra dove sorge il sole 
[2]

Separati dal branco nomade
In questa breve volo del tempo raggiungiamo 
[3]
I prescelti, chiunque osi 
[4]

Tu credi solo a ci? che vedi
Tu ricevi solo ci? che dai

La carezza l?unica, non svanisce mai
La pioggia nel tuo cuore ? le lacrime del dolore di Bianca Neve
La carezza l?unica, l?amaranto nascosto
Nella terra dove sorge il sole

Stendendosi alla ricerca di qualcosa di inviolato 
[5]
Udire le voci della chiamata che non svanisce mai


La carezza l?unica, non svanisce mai
La pioggia nel tuo cuore ? le lacrime del dolore di Bianca Neve
La carezza l?unica, l?amaranto nascosto
Nella terra dove sorge il sole


Battezzato con un come perfetto
Colui il cui cuore dubita [1]
Da solo, senza sé stesso

E' guerra tra lui ed il giorno
Gli serve qualcuno da incolpare
Alla fine, può fare poco da solo

Credi solo in ciò che vedi
Ricevi solo ciò che dai

Accarezza quella speciale pioggia che non svanisce mai dal tuo cuore [2]
Le lacrime bianche come la neve [2]
Accarezza quello speciale amaranto celato in una terra [2]
Che appartiene all'alba [2]

Lontani dal branco errabondo
In questo breve lasso di tempo [3]
Raggiungiamo coloro che osano sempre [4]

Credi solo in ciò che vedi
Ricevi solo ciò che dai

Accarezza quella speciale pioggia che non svanisce mai dal tuo cuore
Le lacrime bianche come la neve
Accarezza quello speciale amaranto celato in una terra
Che appartiene all'alba

Accarezza quella speciale pioggia che non svanisce mai dal tuo cuore
Le lacrime bianche come la neve
Accarezza quello speciale amaranto celato in una terra
Che appartiene all'alba

Trova, cerca qualcosa di mai toccato prima [5]
Ascolta le voci del richiamo che non svanisce mai
(Richiamo)
(Richiamo)

Accarezza quella speciale pioggia che non svanisce mai dal tuo cuore
Le lacrime bianche come la neve
Accarezza quello speciale amaranto celato in una terra
Che appartiene all'alba

Accarezza quella speciale pioggia che non svanisce mai dal tuo cuore
(Pioggia)
Le lacrime bianche come la neve
(Pioggia)
Accarezza quello speciale amaranto celato in una terra
Che appartiene all'alba
(Alba)

note
[1] Doubt by heart non è una frase fatta, purtroppo. By heart può voler dire a memoria, ma ovviamente non è questo il caso. Secondo me by diventa l'introduzione per un complemento di mezzo, che limita a qualcosa (o a un modo, a seconda di come lo si vuole leggere) di più specifico l'azione del dubbio. In ogni caso, dubitare di si dice doubt of, quindi è completamente da scartare.

[2] Chi conosceva già questo testo - me compreso, ovviamente, visto che lo avevo già tradotto - avrà potuto immaginarsi che la vera catastrofe sarebbe stata il ritornello. Questa parte è davvero difficile; ci ho messo un po' per sistemare tutto, e mi rendo conto che sia facile lasciarsi trarre in inganno da interpretazioni più immediate ma meno logiche se prese nel complesso. Ma mi viene anche da chiedermi: se leggendo una traduzione se ne capisce tanto quanto leggendo l'inglese (e non si sa l'inglese), a cosa serve averla fatta? Ovvero, se pur di tradurre si scrive qualcosa che non ha nessun tipo di senso, a cosa è servito? Comunque, per non impelagarmi in un delirio incomprensibile ai più (e forse anche a me!), preferisco separare in due il lavoro e spiegare con calma prima la mia traduzione e poi gli errori dell'altra.

In principio era il verbo: caress è un imperativo esortativo, quindi accarezza. Assunto questo abbiamo già anche un soggetto, sottinteso; ci manca un complemento oggetto, che ci viene gentilmente fornito subito dopo con the one. Prima di soffermarci sul suo significato, però, facciamo un passo avanti. Dato che nel finale di riga e in quella successiva non ci sono altri verbi ci troviamo con sostantivi che hanno tutta l'aria di essere complementi oggetti anch'essi. Il conto sale così a tre: the one, the never fading rain e the tears. La domanda è se si tratti di tre cose diverse o di una sola espressa più volte; l'unico modo per sperare di capirlo è ragionare su the one: cosa può voler dire? Come sostantivo, sarebbe il prescelto, ma me la sento tranquillamente di passare agli altri significati. One è usato con un'infinità di funzioni avverbiali, ma più spesso si trova come enfatizzazione dell'unicità o importanza di qualcosa; the one thing vuol dire la sola cosa, ad esempio. In questo caso avremmo quindi non un vero e proprio complemento oggetto, quanto piuttosto una qualità da assegnare ad esso: leggendo a questo punto la pioggia e le lacrime come due descrizioni di una sola cosa (più che plausibile), è ad esse che si riferisce. Abbiamo quindi non accarezza l'unico/a, la pioggia, le lacrime, come verrebbe spontaneo interpretare, ma accarezza la speciale pioggia, le speciali lacrime. Dato che, come abbiamo già detto, il complemento oggetto è in realtà uno solo espresso in più modi e che questa qualità è nominata solo la prima volta, per mantenermi più vicino stilisticamente al testo originale ho preferito evitare una ripetizione, insita comunque nel significato. Questo stesso discorso va ripetuto esattamente uguale per l'hiding amaranth della terza riga, che non è neppure abbinato ad un suo "sinonimo". Sbrogliata questa matassa, tutto il resto è quasi già fatto; rimane solo da dare un senso a quel land of the daybreak, che, senza voler approfondire troppo, mi sembra abbastanza chiaramente un'appartenenza (terra dell'alba), resa poi più scorrevolmente.

Bene, ora arriva la parte veramente difficile. Che cazzo c'è scritto in blu? Caress è diventato un sostantivo, cosa non di per sé impossibile, quanto sconsigliata, soprattuto visto il risultato sulla frase di questa resa. La carezza l'unica è più il delirio di un tossico che un discorso compiuto (e vorrei far notare che il primo la in inglese non è scritto da nessuna parte, anche se fare finta che ci sia è un po' più comodo), ma andiamo oltre. The never fading è stato abbinato a caress e separato da rain - grammaticalmente non è un errore, è l'essere costellato di errori che lo mette un po' in difficoltà. Arrivando finalmente alla pioggia procediamo lisci fino alla fine, quando ci troviamo di fronte a un piccolo capolavoro. Biancaneve - che, ad onor del vero, si scriverebbe tutto attaccato - salta fuori molto spesso nelle traduzioni; più spesso di quanto ci sia nei testi originali. Perché? Perché accendere il cervello è più difficile che guardare un film della Disney. Per quanto innegabilmente Biancaneve si chiami in lingua originale Snow White, può essere utile sapere che in generale l'accostamento (sostantivo) (colore) è da tradurre con (colore) come (sostantivo): pitch black = nero come la pece. Risolto il mistero, finalmente; anche del senso del nome di Biancaneve, magari, per chi se lo fosse mai posto. Sorvolando sulla terza riga perché uguale alla prima, arriviamo alla land of the daybreak. Devo dire che la terra dove sorge il sole non è bruttissimo e mantiene il senso, ma rimane meno in linea col tono poetico di tutto il testo; ok, avevano appena scritto la carezza l'unica, quindi forse è una considerazione stupida...

Il peggio è passato; il resto è ordinaria amministrazione.

[3] Neanche a dirlo, flight non significa solo propriamente volo, ma anche progressivo scorrere. Non era davvero impossibile arrivarci.

[4] Bene. Il primo errore che noto è nel testo inglese usato su Dartagnan, che almeno hanno intelligentemente riportato, dove oltre a separare ones da quello che segue con una virgola who ever è diventato whoever. The ones who ever significa, molto semplicemente, coloro i quali sempre, e mi sembra la lettura più ovvia e lineare che si possa dare. Ones è diventato prescelti, che come ho già detto non è sbagliato di per sé, come non sarebbe sbagliato dire che whoever dares significhi chiunque osi... se solo dare qui fosse alla terza persona singolare. Whoever è sempre grammaticalmente singolare, quindi whoever dare non vuol dire niente; dato che dare è plurale, e di altri plurali c'è solo ones, sarebbe meglio che i due fossero legati un po' più strettamente...

[5] Qui eravamo già nella fase di delirio tipica della fine di un brano; "Le ultime due righe, dai!". Ci sono due verbi in inglese, reach e search for. Come traduciamo? Come se ci fosse scritto reach for, ovviamente!

2 commenti:

The Cioppy ha detto...

Grande non si capiva nulla con le altre traduzioni
:'D
un ultima cosa, non riesco a cogliere il significato della canzone. Potresti aiutarmi?

Francesca Chicca ha detto...

Ti posso fare un complimento??? SEI UN GRANDE!!!! Io infetti non riuscivo a capire che cxxxo c'entrasse Biancaneve!!! Bravissimo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Posta un commento